FALSO ISPETTORE INPS ARRESTATO A PORTICI DAI VIGILI. STAVA TRUFFANDO UN ANZIANO. HA RISCHIATO IL LINCIAGGIO

Si finge ispettore dell'Inps e chiede al malcapitato 1.500 euro per sbloccare la pratica di rimborso: E. A., 46 anni, residente a Napoli viene prima inseguito dalla folla e poi arrestato dalla Polizia municipale. L'episodio, questa mattina poco dopo le 9 a Portici, in provincia di Napoli. L'uomo, un pregiudicato residente nel quartiere di Secondigliano, si e' presentato fuori all'abitazione di un anziano in un condominio a via Diaz e, qualificandosi come ispettore dell'Inps, ha cercato di raggirare la vittima facendo credere che avesse diritto ad un cospicuo rimborso. Ad una condizione: servivano 1.500 euro per sbloccare la pratica. Il colloquio forse si e' protratto piu' del dovuto e qualcosa non quadrava. In casa c'era il figlio dell'anziano che, insospettitosi, e' andato in soccorso del padre cosi' come alcuni vicini. Al finto ispettore sono state chieste spiegazioni piu' dettagliate alle quali non ha saputo dare risposte. Vistosi in difficolta', l'uomo e' fuggito via ma e' stato inseguito in strada. Una pattuglia della polizia municipale, giunta sul posto, lo ha sottratto alla folla ed arrestato. L'uomo, non nuovo a questi fatti, domani mattina sara' processato per direttissima.
Sempre a Portici lo scorso 3 gennaio due vigili urbani, liberi dal servizio, sventarono una truffa ad una coppia di coniugi raggirati in strada da un truffatore e dal complice che, fingendosi amico del figlio della coppia, aveva chiesto loro oltre 2mila euro. Entrambi furono denunciati. L'attenzione alle truffe perpetrate ai danni degli anziani e' sempre alta: in citta' nel corpo di polizia municipale e' attivo il Nucleo Investigativo di Sicurezza Sociale (Niss) specializzato nella protezione delle fasce deboli della popolazione e pronto ad intervenire per le urgenze. Uno strumento utile per difendersi da truffe e raggiri e' costituito dalla lettera inviata ad aprile a tutti gli over 65enni dal sindaco, Vincenzo Cuomo e dall'assessore alla Sicurezza Salvatore Duraccio, contenente informazioni utili per evitare 'visite' spiacevoli di finti ispettori o impiegati di aziende. Nella missiva anche il numero verde della Municipale 800 218 229 da contattare in caso di necessita'.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.