DROGA, FERMATO IL NIPOTE DI FRANCESCO SCHIAVONE, IL PADRINO DEL CLAN DEI CASALESI

Nel pomeriggio gli agenti di polizia di Caserta hanno fermato il nipote del boss Francesco Schiavone detto Sandokan del clan dei Casalesi, D. N., figlio della sorella di Schiavone. Nell'ambito del contrasto allo spaccio di stupefacenti a Caserta, la sezione antidroga ha arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di marijuana, oltre al nipote diciannovenne del boss, ancora studente, un suo coetaneo, C. P. geometra. I poliziotti, nel corso di attivita' di perlustrazione e prevenzione svolte in via Petrarelle, zona spesso interessata dal fenomeno del piccolo spaccio, hanno notato una vettura Citroen C3, poi risultata in uso a C.P., fermarsi nei pressi del ponte della variante Anas, che collega Santa Maria Capua Vetere a Maddaloni. Gli agenti hanno visto un giovane che scendeva dalla vettura e stava per raggiungere il rialzo del cavalcavia. Dopo aver prelevato una busta che era nascosta tra gli arbusti stava per dileguarsi in compagnia del presunto complice. I poliziotti, insospettiti, sono intervenuti intimando l'alt alla vettura mentre si allontanava. Quando e' stato bloccato il veicolo e i suoi occupanti, gli agenti hanno recuperato l'involucro con 65 grammi circa di marijuana, suddivisi in 34 bustine di plastica spillate all'estremita', nonche' materiale vario, utilizzato per il confezionamento delle dosi, tra cui un bilancino elettronico, una spillatrice e ulteriori 64 bustine in plastica, vuote. I due giovani, per la presunta destinazione allo spaccio dello stupefacente sequestrato, sono stati cosi' arrestati in flagranza di reato.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.