DETENUTA ARGENTINA IN ATTESA DI GIUDIZIO EVADE DAL CARCERE SAN VITTORE DI MILANO ASSIEME ALLA SUA FIGLIOLETTA

Una detenuta argentina di 38 anni e in attesa di giudizio definitivo, e' evasa ieri sera , intorno alle 22, dalla casa circondariale di Milano San Vittore insieme alla figlioletta di due anni. Lo riferisce l'Osapp, in una nota del suo segretario generale Leo Beneduci. La donna e' evasa dalla sezione a custodia attenuata riservata alle madri con bambini piccoli annessa al carcere aprendosi un varco tra le inferriate del piano terra, e sono attualmente in corso le relative ricerche da parte della polizia penitenziaria. ''Si tratterebbe della seconda evasione in tre anni dalla palazzina specificamente dedicata alle detenute con figli'', ma ''nonostante l'identita' del reato, l'evento, anche se preoccupante, appare di rilevanza ben inferiore a quelli avvenuti dall'inizio dell'anno a Pisa e a Roma nel carcere di Regina Coeli, nei cui riguardi non risulterebbero particolari allarmi ne' nella classe politica ne' negli organi di governo" Le sezioni a custodia attenuata, con poliziotti in borghese e vigilanza ridotta al minimo indispensabile in considerazione della presenza di bambini sono i 3 anni - aggiunge il sindacalista - si sono comunque, in generale, rivelate efficaci. ''Ci auguriamo, quindi - conclude la nota - che l'esperienza degli Icam (cosi' sono definiti tali strutture) non sia in alcun modo svilita e che il personale di polizia penitenziaria impiegatovi non debba rispondere, come fin troppo spesso avviene, di colpe non proprie''.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.