DERUBAVA I DETENUTI DEGLI OGGETTI D'ORO, AGENTE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA CONDANNATO A DUE ANNI DI CARCERE DOPO PATTEGGIAMENTO

Aveva derubato 23 detenuti di collanine, braccialetti e anelli d'oro che consegnavano quando entravano in carcere, sostituendoli con oggetti falsi o di poco valore. L'agente di polizia penitenziario individuato grazie a filmati e' stato condannato a due anni. Enrico D., 45 anni, ha chiesto di patteggiare la pena e la sua richiesta e' stata accolta dal giudice di Napoli Giuliana Taglialatela. Al momento dell'arresto, lo scorso anno, nelle tasche dei pantaloni dell'uomo vennero trovate due collanine, un braccialetto e una medaglia e nella sua auto e nella sua abitazione furono rinvenuti 600 euro in contanti e i documenti relativi agli oggetti. Enrico D., che era in servizio presso l'ufficio casellario, confesso' di essersi appropriato dei preziosi e di averli rivenduti di volta in volta a un orefice di Aversa, in provincia di Caserta.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.