COPPIA TRUCIDATA A BASTONATE E COLTELLATE AD ALBANELLA, NELLA PIANA DEL SELE. ARMANDO TOMMASSINO, 56 ANNI, LA VITTIMA, ERA UN ROBIVECCHIO

Armando Tomassino, 56 anni, commerciante in ferro, un robivecchi, aveva il cranio fracassato. La compagna, una donna straniera, era a terra in un lago di sangue, accoltellata in più parti del corpo. I corpi straziati delle due vittime sono stati trovati dal figlio a tarda sera ad Albanella, paesino della piana del Sele, nel Salernitano. E' un duplice omicidio, non sembrano avere dubbi i carabinieri del reparto operativo di Salerno. Un duplice omicidio efferato, d'impeto, in una zona rurale tranquilla al confine con la cittadina di Capaccio Scalo. L'eccidio descritta dal figlio del Tommassino è agghiacciante. La casa è stata isolata immediatamente dai carabinieri, il reparto investigazione scientifiche ha potuto così avere una scena del crimine più o meno integra. Per ora si esclude la pista della rapina, visto che l'uomo sbarcava il lunario commerciando in ferro vecchio. Si escludono moventi camorristici, la zona non è di quelle infestate da clan mafiosi. Si cerca di spiegare questo duplice orribile delitto scavando nella vita privata di lui. Armando Tommassino è divorziato da un'altra donna dalla quale ha avuto tre figli, conviveva con una donna straniera e aveva una vita privata molto turbolenta da questo punto di vista. Da qui partono le indagini, da qui potrebbero emergere particolari utili per risalire all'identità dell'assassino o degli assassini.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.