CAMORRA, DUE LATITANTI ARRESTATI NEL SALERNITANO

All'alba a Scafati, nel salernitano, i carabinieri hanno rintracciato due elementi di spicco della camorra di Ercolano che erano latitanti per sfuggire all'espiazione di pesanti pene detentive. Arresto per Francesco e Marco Durantini, 37 e 45 anni, fratelli, gia' sorvegliati speciali di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno a Ercolano, ritenuti ai vertici del clan Iacomino-Birra. I fratelli avevano fatto perdere le loro tracce il 21 ottobre scorso dopo l'emissione di due ordini di carcerazione per l'espiazione di 14 e 21 anni di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Sono stati bloccati il primo in una casa all'interno di un complesso di edilizia popolare e il secondo in una specie di stanza ricavata in un garage alla quale si accedeva da una porta blindata. I due non hanno opposto resistenza all'arresto. In manette anche Giovanni Casapullo, 50 anni, gia' noto alle forze dell'ordine, sua moglie Rosaria De Crescenzo, e Pasqualina Durantino, 47 anni, anche lei con precedenti, che avevano aiutato i ricercati prendendo in fitto gli immobili in cui si nascondevano.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.