BANCAROTTA FRAUDOLENTA, TRE PERSONE INDAGATE DALLA GUARDIA DI FINANZA DI NAPOLI. NEI GUAI IL MARCHIO DELLA RINOMATA PASTICCERIA SCATURCHIO

I FINANZIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI NAPOLI STANNO ESEGUENDO A ROMA E BENEVENTO, TRE ORDINANZE DI MISURE CAUTELARI, EMESSE DAL GIP DEL TRIBUNALE DI NAPOLI, DEL DIVIETO DI ESERCITARE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI NONCHÉ IL SEQUESTRO DI UNA SOCIETÀ, PER IL REATO DI BANCAROTTA FRAUDOLENTA DELLA RINOMATA PASTICCERIA “SCATURCHIO”, FONDATA DA GIOVANNI SCATURCHIO NEL 1905 E BALZATA AGLI ONORI DELLA CRONACA ANCHE PER AVER SERVITO PONTEFICI E PERSONALITÀ POLITICHE PARTECIPANTI AL G7 TENUTOSI A NAPOLI NEL 1994.

LE INVESTIGAZIONI ESEGUITE DAI FINANZIERI, COORDINATE DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI NAPOLI, HANNO FATTO EMERGERE GRAVI RESPONSABILITÀ A CARICO DEGLI INDAGATI I QUALI, IN CONCORSO CON I SOCI DELLA STORICA AZIENDA PARTENOPEA, HANNO CONTRIBUITO AL DEPAUPERAMENTO DEI BENI AZIENDALI AI CREDITORI SOCIALI SOTTRAENDO ANCHE CONSISTENTI SOMME AL FISCO, CREANDO COSÌ UN DEBITO ERARIALE PER PIÙ DI 11 MILIONI DI EURO.

________________________________________________________________________

Guardia di Finanza - Comando Provinciale Napoli

80133 - Napoli, Via Depretis, 75

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.