ACCORDO PER SPORTELLO MEDIAZIONE FAMILIARE A NAPOLI. L'ASSESSORE TOMMASIELLI: STOP ITER GIUDIZIARIO E' VALORE AGGIUNTO

Un accordo di collaborazione per la costituzione di uno sportello di mediazione familiare, denominato ''Punto di incontro per la Mediazione Familiare'', e' stato sottoscritto oggi tra il Tribunale per i Minorenni, l'Asl Na1 Centro, l'assessorato alla Famiglia e alle Pari Opportunita' del Comune di Napoli e il Dipartimento di Teorie e Metodi delle Scienze Umane dell'Universita' Federico II. L'intesa - viene sottolineato in una nota - e' stata raggiunta, per la prima volta, dopo un lunghissimo periodo di incubazione, che non sempre ha visto tutte le istituzioni interessate a partecipare alla costituzione di questo servizio indispensabile per la cittadinanza. Lo sportello si rivolge anche alle ''coppie di fatto'' con figli, che non riescono a trovare sbocchi efficaci alla loro crisi familiare, per l'affidamento dei figli minori e per la regolamentazione degli incontri con il genitore non ''domiciliatario''. ''Il grande valore aggiunto di questa iniziativa - ha sottolineato l'assessore Pina Tommasielli - sta nella momentanea sospensione del procedimento giudiziario. Questo intervallo e' utile per riconsegnare ai genitori 'in lite' la responsabilita' di decidere consapevolmente sul futuro dei figli i quali sono spesso incolpevolmente coinvolti nelle liti dei genitori. E' questo il piu' rilevante ed efficace risvolto in quanto produce, oltretutto, un notevole abbattimento di costi processuali, sociali ed umani'', ha concluso Tommasielli.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.