ZAGARIA E' IN CARCERE MA SCOPPIA LA POLEMICA PER LA PARTECIPAZIONE DI VITTORIO PISANI ALLE FASI FINALI DELL'ARRESTO DEL PADRINO DI GOMORRA

"Non abbiamo autorizzato il dottor Pisani a partecipare alle fasi finali della cattura di Michele Zagaria. Semplicemente nessuno ci ha detto che ci sarebbe stato anche lui" chiude così ogni polemica Federico Cafiero de Raho, capo della Procura Distrettuale Antimafia, in merito ad un ruolo così importante assunto da Pisani nella cattura di Zagaria. Il magistrato si è detto dispiaciuto, contrito, per i tentativi di strumentalizzazione dell'arresto del padrino di Gomorra, facendo passare l'importante e delicata inchiesta che ha portato al covo del boss come una vittoria di Pisani. A leggere bene tra le righe sembra come al solito che i media, la stampa, più o meno involontariamente abbiano spiegato male l'arresto, dando meriti quasi esclusivamente al solo funzionario dello Sco di Roma, fino a pochi mesi a capo della Mobile di Napoli e poi allontanato con tanto di divieto di dimora in città e rinvio a giudizio per una delicata inchiesta su alcuni imprenditori sui presunti amici che riciclavano soldi del clan Lo Russo. Troppo facile. I media hanno registrato quello che andava registrato. I giornalisti, quelli sul campo, quelli che si sporcano le scarpe e non passano le veline di questo o quell'organo ufficiale o comunque si prestano a fare i megafoni di qualcuno, hanno sentito il tifo da stadio di decine, oso dire centinaia di poliziotti di Napoli, Caserta, Roma che inneggiavano a Pisani. Ci sono i video che lo testimoniano. Quelli girati dalle Tv fuori al covo e i questura a Caserta, e quelli messi a disposizione della stessa polizia di Stato nel covo. Ora perchè dare addosso ai media se c'è qualcosa che non quadra nei rapporti tra magistrati e polizia non solo in questa bella cattura di un mafioso?

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.