STORIA D'AMORE E DI COLTELLO, LUI E LEI LITIGANO E FINISCONO IN OSPEDALE CON PUGNALATE SU TUTTO IL CORPO. COPPIA DENUNCIATA

Denuncia per lesioni aggravate. E' finita così una lite tra coniugi a Napoli, entrambi ora deferiti all'autorità giudiziaria dopo essersi accoltellati a vicenda. La coppia di cittadini romeni denunciati dai poliziotti dell'Ufficio prevenzione generale della Questura partenopea abita in un terraneo di vico Palazzo Pinto teatro della discussione degenerata. Agenti sono giunti sul posto verso le 20.15, dopo una telefonata al 113 che segnalava la lite in corso. Entrati nell'appartamento, oltre a stoviglie sparse ovunque e piatti rotti, hanno notato numerose macchie di sangue. Al centro di una stanza, in piedi e con le mani ferite e insanguinate, I.S., che ha raccontato di aver avuto un diverbio con la moglie e che la donna aveva poi cercato di colpirlo con un coltello; per difendersi dai fendenti si era ferito alle mani. Dopo l'aggressione la donna si era allontanata dall'abitazione. Personale sanitario del 118 ha subito condotto il romeno all'ospedale Loreto Mare, dove è stato medicato e giudicato guaribile in 10 giorni. Nel frattempo, gli agenti hanno rinvenuto vicino l'ingresso dell'abitazione coppia, subito fuori l'uscio, un cacciavite ed un coltello di circa 20 centimetri di lunghezza e sporco di sangue. Verso sera è stata rintracciata anche M.A., che era andata in uno studio medico per farsi curare. La donna e' stata subito portata in ospedale per le ferite riportate alle mani ed alla calotta cranica; lei ha riferito agli agenti di essere stata accoltellata dal marito nel corso di una violenta lite.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.