QUELLA DI NAPOLI E' STATA UN'UMILIAZIONE, IL GENOA ESONERA MALESANI

Il Genoa esonera Alberto Malesani e al suo posto chiama Pasquale Marino: e' il decimo cambio in panchina, in serie A, dopo 16 giornate. I primi due allenatori a ritrovarsi disoccupati, prima ancora di cominciare il campionato, sono stati Roberto Donadoni e Stefano Pioli: il primo era stato cacciato dal Cagliari per far posto a Massimo Ficcadenti, il secondo, reduce dall'eliminazione in Europa League, era stato sostituito a Palermo da Devis Mangia, promosso dalla Primavera alla guida della prima squadra. Dopo tre giornate e' toccato a Gian Piero Gasperini, esonerato dall'Inter all'indomani della sconfitta per 3-1 a Novara. Magro il bilancio del tecnico: un solo punto dopo tre turni di campionato e una sconfitta casalinga in Champions League contro il modesto Trabzonspor. Quindi e' stata la volta di Pierpaolo Bisoli, che dopo la quinta giornata viene sollevato dalla guida tecnica del Bologna per far spazio a Pioli, poi il turno di Marco Giampaolo, a cui e' fatale la sconfitta rimediata a Parma alla decima giornata e l'ultimo posto in classifica: al suo posto Daniele Arrigoni. L'undicesimo turno e' stato fatale a due tecnici: al Cagliari via Ficcadenti dopo pochi mesi e panchina affidata a Davide Ballardini mentre la Fiorentina decide di puntare su Delio Rossi al posto di Sinisa Mihajlovic. Dopo la 14esima giornata tocca a Eusebio Di Francesco perdere il posto, col Lecce che chiama Serse Cosmi mentre la sconfitta nel derby col Catania nel 16esimo turno e' l'ultima gara di Devis Mangia alla guida del Palermo: al suo posto Bortolo Mutti. Ora il Genoa, con Malesani che paga con l'esonero l'1-6 contro il Napoli nel recupero della prima giornata di campionato. Nella passata stagione furono complessivamente 13 i cambi in panchina, il primo a Bologna, alla vigilia della prima giornata, con Malesani al posto di Colomba.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.