PASQUALE ANNUNZIATA, PENTITO DI CAMORRA, RACCONTA GLI AFFARI DI DROGA CON I CLAN BARESI

Un pentito della camorra, il 46enne napoletano Pasquale Annunziata, arrestato qualche mese in una operazione a Palermo e che ora vive in una localita' protetta, sta raccontando alla pm della Dda di Bari Eugenia Pontassuglia di aver rifornito di quintali di droga, dal 2007 in poi, quasi tutti i clan del capoluogo pugliese: Strisciuglio, Parisi, Stramaglia, Zonno. Le dichiarazioni sono contenute in un verbale depositato stamane agli atti di un processo in corso a Bari nei confronti di una presunta organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti (45 imputati tra albanesi e presunti affiliati al clan Zonno di Toritto). Gli stupefacenti dalla Spagna e dal Venezuela, dopo essere passati da Napoli, arrivavano secondo quanto accertato, a Bari. Gli acquisti di droga del clan Strisciuglio dalla camorra sarebbero avvenuti tra il 2007 e il 2009.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.