NAPOLI ORA SI PUO' VISITARE MEGLIO GRAZIE ANCHE ALLE INFORMAZIONI SCARICABILI SUGLI SMARTPHONE

Una rete di punti informativi nelle zone della citta' maggiormente frequentate dai turisti. Si chiama 'i.Napoli' il progetto lanciato dal Comune di Napoli in sinergia con la Camera di commercio partenopea e le quattro universita' del capoluogo campano. Tutti gli infopoint saranno dotati di computer connessi a Internet e metteranno a disposizione dei visitatori il materiale cartaceo sulle offerte turistiche e culturali della citta'. Attraverso palmari e cellulari, inoltre, sara' possibile scaricare gli itinerari. L'assessore alla Cultura e al Turismo, Antonella Di Nocera, sottolinea che non si tratta di un'iniziativa legata esclusivamente al Natale, ma di "un progetto sistemico e a lungo termine per migliorare l'accoglienza, perche' Napoli deve essere una citta' turistica tutti i giorni". Lunedi' prossimo e' prevista l'apertura dei primi cinque infodesk, ai quali entro l'estate se ne aggiungeranno altri sette gestiti direttamente dal Comune. Grazie alla collaborazione con l'associazione La Paranza, Federalberghi e Terminal Napoli, inoltre, saranno attivi altri quattro punti nelle zone di Capodimonte, della Stazione marittima e all'ingresso del museo che ospita il Tesoro di San Gennaro. Ad accogliere i turisti ci sara' il personale del Comune affiancato da stagisti provenienti dalle facolta' di Lingue ed Economia turistica dei quattro atenei partenopei. "Una citta' che ambisce a diventare strutturalmente turistica - dice il docente di Organizzazione e gestione del patrimonio culturale dell'universita' Federico II, Stefano Consiglio - deve partire dalle fondamenta, ovvero dall'accoglienza. Stiamo sperimentando un nuovo modello di collaborazione, chiedendo agli studenti di mettere a disposizione stimoli e competenze per la realizzazione del piano integrato". Soddisfatti anche Sergio Angrisano, coordinatore regionale di Confazienda turismo, che "ha adottato un infopoint", e il presidente di Federalberghi Napoli, Salvatore Naldi, che chiede all'amministrazione di impegnarsi allo stesso modo anche sugli altri aspetti legati al turismo, come "la segnaletica che e' carente". Soffermandosi poi sulla situazione del settore in vista delle festivita' natalizie, Federalberghi rende noto che, stando alle prenotazioni ricevute finora, le strutture sono piene per il 35%, in linea con la media degli ultimi anni, anzi con un leggero aumento.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.