DETENUTO SI IMPICCA IN CELLA NEL PENITENZIARIO DI SECONDIGLIANO

Un detenuto straniero, con fine pena nel 2015, si è impiccato ieri sera nel carcere di Napoli Secondigliano. Ne dà notizia il Sappe, sindacato autonomo di Polizia penitenziaria. "La situazione penitenziaria e' ogni giorno di piu' triste e drammatica. L'ennesimo suicidio lo conferma - commenta il segretario generale del Sappe, Donato Capece - E la Polizia penitenziaria è lasciata sola a fronteggiare tutte le emergenze quotidiane, come anche la megarissa tra detenuti a Marassi''. ''L'unico appello che ormai ci sentiamo di fare e' al Capo dello Stato, sempre sensibile alle criticita' delle carceri: solo la sua autorevolezza - conclude Beneduci - puo' contrastare l'indifferenza della politica alle problematiche del sistema".

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.