CLAN POLVERINO, SEQUESTRO BENI PER 27 MILIONI DI EURO ESEGUITO DAI CARABINIERI DEL NUCLEO INVESTIGATIVO DI NAPOLI TRA NAPOLI E FORIO D'ISCHIA

Dopo il sequestro di beni per oltre un miliardo di euro operato a maggio, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli nelle ultime ore hanno sequestrato beni ritenuti riconducibili ad attivita' illecite del clan camorristico dei Polverino, operante nell'hinterland a nord del capoluogo campano, per un valore complessivo stimato in circa 27 milioni di euro. Investimenti della camorra anche nel turismo e nel settore dell'ippica. Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli a carico di 27 soggetti affiliati al clan, i militari dell'Arma hanno scoperto che gli indagati avevano la materiale disponibilita' di numerosi beni mobili ed immobili con valore sproporzionato alla capacita' reddituale. Sequestrati 69 appartamenti, 4 locali commerciali e 74 box auto a Marano, Quarto e Forio D'Ischia (dove il clan stava progettando la partenza - bloccata dal sequestro dei Carabinieri - di una struttura turistica), 50 box per cavalli, due associazioni sportive che gestiscono 45 cavalli di varie razze, 6 appezzamenti di terreno, 2 societa' e un bar a Marano.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.