CITTADELLA NATO A GIUGLIANO, RISORSE PER 60 MILIONI DI EURO SONO UNA BOCCATA DI OSSIGENO PER LA ZONA

''Il protocollo di intesa, firmato ieri a Palazzo Chigi e' l'ultimo tassello che serviva per portare a compimento quella che risultera' una vera trasformazione urbanistica e di recupero di un'area che ospitera' la nuova struttura della Nato, una vera e propria cittadella in grado di migliorare sensibilmente l'economia del territorio contiguo". Lo affermano, in una dichiarazione congiunta, i presidenti della Regione Campania, Stefano Caldoro, e della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, in riferimento al protocollo su Lago Patria firmato con il Comune di Giugliano, i ministeri dell'Ambiente, delle Infrastrutture e della Coesione territoriale, la Sogesit. ''L'intervento - continua la dichiarazione - interessa tutte le infrastrutture primarie, dal sistema viario e ferroviario fino all'ampliamento della rete idraulica, fognaria e del gas metano. La Provincia di Napoli avviera' al piu' presto le gare europee di appalto necessarie in qualita' di uno dei principali enti attuatori dell'intero progetto, con una particolare attenzione al rispetto della tempistica prevista". "Quanto sottoscritto ieri a Palazzo Chigi e' frutto di una stretta ed effettiva collaborazione tra Governo ed Enti Locali quanto mai necessaria in questo momento anche per poter rilanciare opere utili per lo sviluppo e l'economia di una delle aree piu' complesse del mezzogiorno. Finalmente la zona di Giugliano - concludono i presidenti Caldoro e Cesaro - e' interessata da un progetto in cui lo Stato ritorna ad essere protagonista"

Commenti

Unknown ha detto…
Nel frattempo non riescono a togliere un pò di "munnezza" a Via Staffetta (Lago Patria) e a bonificare il piccolo tratto interessato, nell'indifferenza totale dell'amministrazione e dei residenti che continuano imperterriti a gettare rifiuti per strada.

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.