ALTRO CHE CASALINGHE DISPERATE, A NAPOLI FANNO LA BELLA VITA SPACCIANDO DROGA. UNA DI LORO PERO' FINISCE IN GABBIA

Casalinga, senza fonti di reddito, un marito in carcere e una abitazione con vasca per l'idromassaggio e schermi al plasma. Ma, soprattutto, con un nascondiglio ricavato dietro un muro, vicino l'impianto fognario, riempito da centinaia di dosi di cocaina ed eroina gia' pronte e altra droga da confezionare. Carolina Giannoccoli, 33 anni, tre figli, due ragazze e un maschio, e' stata arrestata a Napoli dai carabinieri durante una perquisizione nella sua abitazione legata alla frequentazione continua dell'appartamento da parte di persone note nel mondo degli spacciatori e dei trafficanti. Il blitz nell'appartamento del lotto K di via Pazienza a Scampia, dove la 33enne vive al terzo piano, arredato lussuosamente con maxi schermi televisivi incorniciati in varie stanze, profusione di stucchi e parati, mobili di pregio e una grossa vasca per idromassaggi, ha portato al ritrovamento e al sequestro prima di mazzette di banconote di piccolo taglio in vari mobili, per un ammontare di 7.090 euro, somma di cui la donna e i figli non hanno saputo indicare la provenienza e che e' incompatibile con le condizioni economiche di una famiglia nella quale nessuno svolge alcuna attivita' lavorativa e in cui il capofamiglia e' detenuto per reati in materia di droga. Nel corso della perquisizione e' stata scoperta una intercapedine nel balcone tra un muro e l'impianto fognario del palazzo; davanti alla muratura era stata posizionata una cucina a gas, spostando la quale i militari dell'Arma hanno trovato una grossa busta con piu' di un chilo e mezzo di eroina e 761 grammi di cocaina: E poi 1.540 dosi dell'una e 790 dell'altra droga gia' pronte per lo spaccio al dettaglio.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.