PALMA CAMPANIA, STRADA SOTTO SEQUESTRO PERCHE' NATA SU RIFIUTI PERICOLOSI TIPO AMIANTO

A Palma Campania, nel napoletano, in località "Ponte Svizzero", i carabinieri, insieme a tecnici dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Campania (Arpac), hanno eseguito altri 'carotaggi' sui 2,2 chilometri della strada a scorrimento veloce tra il centro del napoletano e i comuni dell'avellinese già sequestrata il 15 gennaio scorso, trovandop aminato frantumato e miscelato ad altri materiali per nasconderne la presenza. All'inizio dell'anno, i militari dell'Arma avevano denunciato in stato di libertà i due imprenditori di 39 e 44 anni ai quali erano stati subappaltati lavori per la realizzazione dell'arteria che dovrebbe congiungere i comuni del Vallo di Lauro e il casello dell'autostrada A30 di Palma Campania. I due erano stati incaricati del trasporto di materiale e del movimento terra con la contestuale realizzazione di un rilevato stradale, la base per portare a una quota più alta la strada veloce. Già dai primi rilievi, era emerso che sotto il terreno c'erano rifiuti speciali pericolosi miscelati a terreno vegetale (materiale di risulta di demolizioni edili, fresato di asfalto, materiale bituminoso, ferroso e gommoso), per un volume complessivo stimato 200mila metri cubi.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.