BANDA DI RAPINATORI IN TRASFERTA DA NAPOLI A CASERTA, IN TRE FINISCONO IN MANETTE GRAZIE AGLI UOMINI DELLA SQUADRA MOBILE CASERTANA

Identificati e arrestati dalla Squadra Mobile di Caserta il capo e i componenti della banda dedita a
rapine a mano armata con la tecnica del cosiddetto 'filo di banca' che nei due anni scorsi tra Caserta, Parete e Casapulla rapinavano clienti che da poco avevano prelevato denaro da banche e uffici postali. Le loro vittime avevano con se' somme oscillanti tra le 5mila e 15mila euro. Tre le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite, e in manette tre pluripregiudicati di Napoli: Rosario Savarese, 48 anni, ritenuto il capo dell'associazione a delinquere dedita a rapine a mano armata; Carmine D'Angeli, 46 anni, e Vincenzo Giannicolo, 32 anni. Della banda facevano parte altre sette persone gia' arrestate. Appostamenti, acquisizioni di filmati e servizi di intercettazioni hanno fatto emergere con chiarezza i ruoli di ogni componente del gruppo e di Savarese. I tre arrestati, a differenza degli altri affiliati, hanno agito con pistole in pugno in almeno tre casi.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.