OMICIDIO TOMMASINO A CASTELLAMMARE, ORDINE DI CATTURA NOTIFICATO A VINCENZO D'ALESSANDRO RECLUSO A FAVIGNANA

La Squadra Mobile della Questura di Trapani ha notificato a Vincenzo D’Alessandro, pregiudicato di 33 anni, un provvedimento di fermo, emesso dalla Dda di Napoli, per il reato di associazione a delinquere di stampo camorristico. Da indagini svolte dai poliziotti della Squadra Mobile di Napoli, coordinate dai pm della Dda emergono convergenti elementi investigativi, circa il coinvolgimento di D’Alessandro, quale mandante dell’omicidio del consigliere comunale del P.D. di Castellammare di Stabia, Luigi Tommasino ma, allo stato attuale, non ritenuti sufficienti per incriminarlo per tale reato. D’Alessandro, attualmente capo dell’omonimo clan di Castellammare di Stabia, sta scontando la misura di sicurezza detentiva presso la casa di lavoro di Favignana (TP), ove gli è stato notificato il provvedimento.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.