martedì 27 gennaio 2009

INCHIESTA APPALTI NAPOLI, IL DEPUTATO DEL PD RENZO LUSETTI NON ANDRA' IN PROCURA PER ESSERE INTERROGATO

Il parlamentare del Pd Renzo Lusetti non si presenterà questo pomeriggio dai pm napoletani Raffaello Falcone, Vincenzo D'Onofrio, Pierpaolo Filippelli che indagano sugli appalti pubblici pilotati dall'imprenditore napoletano Alfredo Romeo. Lusetti è indagato in quanto alcune conversazioni intercettate sull'utenza di Romeo lo tirano in ballo, tra l'altro, per un presunto "aggiustamento" del procedimento amministrativo presso il consiglio di Stato sull'appalto di Global Service per la manutenzinoe delle strade di Roma, gara vinta da un'associazione temporanea d'imprese che fa capo al gruppo Romeo, ma per la quale un'altra società, Manital Spa, fece ricorso e vinse presso il Tar del Lazio. Secondo quanto si è appreso, i magistrati acquisiranno agli atti l'intervista rilasciata nelle scorse settimane da Lusetti nel corso della trasmissione "Porta a porta". L'inchiesta dovrebbe giungere oggi a conclusione per quanto riguarda i tredici arrestati lo scorso 17 dicembre, tra cui lo stesso Romeo; un'indagine molto seguita a Napoli, tantochè, quando domenica scorsa i tre magistrati hanno assistito allo spettacolo del comico Alessandro Siani, che in molte parti ironizza sul Global Service partenopeo, appalto finito al centro dell'inchiesta, un lungo e caloroso applauso del pubblico del teatro Augusteo ha accompagnato l'indicazione dell'attore che i tre pm erano presenti in sala.

Nessun commento: